Grandi purghe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stub Questa voce di storia è solo un abbozzo: contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.

Le Grandi purghe furono una serie di processi che si tennero in URSS contro gli oppositori politici di Stalin, effettuate appunto per epurare il partito da presunti cospiratori. I processi si tennero fra il 1935 e il 1938, e furono svariati,ma quelli principali furono tre, nei quali vennero giudicate complessivamente almeno 80 persone, accusate di tramare contro Stalin e di essere trotzkysta. Fra questi personaggi accusati c'erano diversi esponenti in vista del partito e generali dell'Armata Rossa. Furono dei processi tutt'altro che corretti, nei quali gli imputati furono costretti a confessare colpe non commesse, dopo aver subito pesanti pressioni dal NKVD, il Commissariato per gli affari interni, che includeva la polizia segreta . Al termine di questi processi-farsa venivano emanate le condanne, eseguite il giorno stesso. Almeno 70 imputati furono giustiziati, altri condannati a lunghe pene detentive, solo un paio assolti. Nel 1938 Stalin annunciò che le purghe erano finite, ma in realtà la repressione feroce del dissenso non si fermò, e avrebbe provocato ancora migliaia di arresti ed esecuzioni. Secondo gli archivi del NKVD nel 1936 vennero condannate a morte 1.118 persone, nel 1937 353.074 e nel 1938 328.618. Per l'intero periodo 1921-53 i condannati a morte per controrivoluzione sarebbero stati 799.455 di cui 786.098 tra il 1931 e il 1953. Alcuni mettono invece il numero dei giustiziati a 5 milioni, di cui 3 milioni nelle grandi purghe. I loro motivi sono i seguenti:

  • parecchi documenti possono essere stati distrutti.
  • secondo alcuni, la maggior parte dei fucilati era stato condannato a "10 anni di detenzione senza diritto di corrispondenza" e quindi, dal punto di vista statistico, era ancora vivo.
  • è molto strana la concentrazione dell'85% delle esecuzioni nel periodo 1937-38.
  • molti giustiziati sarebbero stati dati come morti in prigione.

Per le accuse che potevano comportare la condanna a morte, vedi articolo 58 (codice penale della RSFSR).

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali